Perchè (secondo SocialWebBe) il post di Chicco sui papà è inopportuno

L’idea dei social media manager di chicco è favolosa! Creare le schede personaggio emulando i giochi da tavolo ed esaltando le abilità di ogni componente della famiglia in periodo natalizio è davvero una bella idea.

Contenuto di facile condivisione e di eccezionale appeal nella sua semplicità, ma (quasi sempre c’è un “ma”) uno scalino di troppo e si rischia di inciampare, proprio come è successo per la Chicco.

In un periodo di forte opposizione al patriarcato, al sessismo, al razzismo, al misoginismo, all’omofobia e a tutti i termini e le ideologie che richiamano odio e intolleranza, la descrizione del personaggio del Papà nelle card della Chicco è stato un colpo al basso ventre.

Riassumiamo i punti errati della card:

  • Alleato perfetto per giocare con tu* figli* quando non ci sei

Il primo punto è tutto un dire. “Tu* figli*” implica la presenza di un solo figlio o una sola figlia con un finto adeguamento al politically correct che poteva essere evitato utilizzando il plurale, ma (abbiamo un altro “ma”) definire “tuoi” i figli anche propri è un modo per prenderne le distanze. Come ironizzava un utente facebook in risposta al post della chicco: “Se la prossima card è quella dell’idraulico, capisco chiedo scusa”.

In questo primo punto viene definita la figura del papà al pari di un baby sitter che gioca con i figli degli altri quando non ci sono.

  • Sa stupirti risolvendo i problemi con soluzioni semplici e creative

Immaginiamo la mamma che non sa come fare a collegare il forno a microonde e il frigorifero ad una presa elettrica; all’improvviso arriva il papà con una tripla e risolve il problema. Che genio! Nessuno avrebbe potuto tranne lui…

  • Sempre disponibile per ogni lavoretto casalingo

Siamo alla fiera degli stereotipi? Arrivati a questo punto ci si chiede perchè il social media manager della Chicco abbia fatto questo. No comment.

  • È il tuo alleato contro la frenesia, non solo quella natalizia

Unico punto apprezzabile! Rappresenta la compartecipazione alla frenesia quotidiana e l’alleanza della coppia.

Conclusioni

Certamente si tratta di opinioni personali e probabilmente qualcuno avrà apprezzato questo tipo di classificazione della figura paterna (soprattutto i nati prima del 1900), ma le discussioni che sono sorte intorno a questa pubblicazione sui social della Chicco e non solo, hanno evidenziato quanto fosse errata. Anche se fosse un messaggio rivolto alle buyer personas identificate come “madri conservatrici”, il social media manager ha l’obbligo di considerare i social media come una piazza pubblica che espone il brand alla gogna in casi come questo.

NON DIMENTICARE!
Iscriviti alla Newsletter
Potrai disiscriverti quando vuoi
Invalid email address

SocialWebBe - Michele Sfregola

Marketing e Musica sono pura energia per lo spirito. (Michele Sfregola)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

SocialWebBe - Michele Sfregola
SocialWebBe - Michele Sfregolahttps://socialwebbe.it
Marketing e Musica sono pura energia per lo spirito. (Michele Sfregola)

Leggi gli articoli correlati

Ultimi Articoli